Nuove prossime uscite #9

BUONDÌ amici lettori e amiche lettrici, da oggi si cambia
registro. Amo scrivere questa tipologia di post, navigare per il web alla
ricerca di novità interessanti, però riesce a portarmi via sempre tantissimo
tempo, soprattutto se mi soffermo a trascrivere ogni dettaglio della sinossi e
delle info tecniche per ogni singola uscita.

In questi mesi d’autunno l’HARPER COLLINS ITALIA si sta
dando veramente da fare. 

Dei tre che vi propongo LO
STRAORDINARIO VIAGGIO DI NUJENN e SULLY sono due storie vere che hanno
dell’incredibile mentre HOTEL DU BARRY è un mystery ambientato negli anni ’30. 

IO, CATERINA è una pubblicazione NORD e come non rimanere affascinata dal libro
che racconta la biografia romanzata di uno dei più affascinanti protagonisti
della storia italiana che, durante un assedio, di fronte a chi minacciava di
uccidere i propri figli , sollevandosi la gonna ha esclamato: “Fatelo,
tanto qui ho lo stampo!”.

OLTRE LE NUVOLE è una pubblicazione PANESI
EDIZIONI. IL DOLORE è UNA COSA CON LE PIUME (GUANDA) invece è una storia dal
sapore un po’ fiabesco che ha come tematica portante quella della sofferenza. 

QUELLO CHE NON SAI DI ME è una pubblicazione HOTSPOT. 

Questa CE mi incuriosisce
tantissimo. Sento che prima o poi comprerò e leggerò qualcosa di questo marchio
editoriale. 

ELISA E IL MERAVIGLIOSO MONDO DEGLI OGGETTI ha una trama molto
interessante ed è edito da TEMPESTA EDITORE. 

SEGUIMI NEL BUIO ha vinto il
concorso IO SCRITTORE e parla di autismo. 

LA SPIA NEL MARE invece è l’ultima
opera di VIRGINIA DE WINTER, autrice italiana che non ho mai affrontato ma che
con quest’ultima opera mi ha incuriosita non poco soprattutto per la sua
ambientazione veneziana. 

PICCOLI PENSIERI OMICIDI (CORBACCIO) si basa su un
presupposto a dir poco geniale mentre GELIDA è il secondo capitolo della serie
paranormal romance #BoneSecrets uscito qualche giorno fa per AMAZON PUBLISHING.

Seguimi nel buio

È disponibile nei principali store online Seguimi nel buio, quinto ebook vincitore della sesta edizione del torneo letterario online IoScrittore del Gruppo Editoriale Mauri Spagnol e dalle sue case editrici (Garzanti, Guanda, Longanesi, Editrice Nord, Salani e molte altre).

Valerio ha tredici anni ed è autistico. Una condanna per lui, e per sua madre, che lo ama con forza e disperazione ma che non riesce a entrare nel suo mondo, a instaurare una comunicazione né con lui, né con chi lo cura. Quando nella loro vita arriva la neuropsichiatra infantile Christina Kindermann, qualcosa, lentamente, sembra cambiare. Ma c’è qualcuno che è riuscito a raggiungere Valerio nel suo mondo segreto, che è riuscito a comunicare con lui, superando le barriere dell’autismo, grazie a una sorta di rete neurale in cui gli inconsci si relazionano tra loro, e sembrano vivere una vita “normale” senza le limitazioni che incontrano tutti i giorni. Questo qualcuno che ha già fatto molto, molto male e ora vuole usare Valerio per compierne altro. Christina deve trovare presto un modo per relazionarsi con il ragazzo, per farsi dire che cosa accade in quella sorta di realtà parallela che il Male ha invaso. Un thriller psicologico oscuro e potente, una storia che colpisce il lettore e lo trascina nel vortice della paura, fino allo sconvolgente finale.

Simonetta Santamaria ha pubblicato vari libri, tra cui i saggi illustrati Vampiri, da Dracula a Twilight e Licantropi, i figli della luna (Gremese); i romanzi Dove il silenzio muore (CentoAutori) e Io vi vedo (Tea/Tre60), la raccolta di racconti Donne in noir (Il Foglio), gli e-book Black Millennium e Il segreto della janara. Suoi racconti sono apparsi in antologie di prestigio, tra cui Eros e Thanatos (Giallo Mondadori) e The Beauty of Death (Independent Legions). Ha ricevuto il Premio Lovecraft XI e Fantastique/I Fantasy Horror Award. È membro della Horror Writers Association.

IoScrittore, che ha ricevuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, è giunto alla sesta edizione. Ha pubblicato 96 ebook e scoperto 11 nuove voci narrative, pubblicate con varie sigle editoriali del Gruppo editoriale Mauri Spagnol. 

“Seguimi nel buio”: quinto ebook vincitore di IoScrittore

ROMA aise – È uscito da pochi giorni ed è disponibile nei principali negozi online “Seguimi nel buio” di Simonetta Santamaria, quinto ebook vincitore della sesta edizione del torneo letterario online IoScrittore del Gruppo Editoriale Mauri Spagnol e dalle sue case editrici (Garzanti, Guanda, Longanesi, Editrice Nord, Salani e molte altre). 

Valerio ha solo tredici anni e un peso enorme sulle giovani spalle. Autistico, così lo hanno definito. Una condanna per lui e per sua madre, che lo ama con forza e disperazione, ma che non riesce a entrare nel suo mondo, a instaurare una comunicazione né con lui né con chi lo cura, medici aridi e capaci solo di incasellare i pazienti. 
Quando nella loro vita arriva la neuropsichiatra infantile Christina Kindermann, qualcosa, lentamente, grazie alla pazienza e alle competenze della dottoressa, sembra cambiare. 
Ma c’è qualcuno che è riuscito a raggiungere Valerio nel suo mondo segreto, che è riuscito a comunicare con lui, superando le barriere dell’autismo, grazie a una sorta di rete neurale in cui gli inconsci si relazionano tra loro e sembrano vivere una vita “normale” senza le limitazioni che incontrano tutti i giorni. 
Questo qualcuno che ha già fatto molto, molto male e ora vuole usare Valerio per compierne altro. Christina capisce subito che c’è qualcosa che non va e deve trovare presto un modo per relazionarsi con il ragazzo, per farsi dire che cosa accade in quella sorta di realtà parallela che il Male ha invaso.

Un thriller psicologico oscuro e potente, una storia che colpisce il lettore e lo trascina nel vortice della paura, fino allo sconvolgente finale.

Simonetta Santamaria ha pubblicato vari libri, tra cui; i saggi illustrati “Vampiri, da Dracula a Twilight” e “Licantropi, i figli della luna” (Gremese), tradotti in Francia e Spagna; i romanzi “Dove il silenzio muore” (CentoAutori) e “Io vi vedo” (Tea/Tre60); la raccolta di racconti “Donne in noir” (Il Foglio); e gli e-book “Black Millennium” e “Il segreto della janara”. Suoi racconti sono apparsi in antologie di prestigio, tra cui “Eros e Thanatos” (Giallo Mondadori) e “The beauty of death” (Independent Legions), insieme ad autori del calibro di Ramsey Campbell e Peter Straub. Ha ricevuto il Premio Lovecraft XI e Fantastique/I Fantasy Horror Award. 
È membro della Horror Writers Association. È stata definita una delle “signore della suspense made in Naples” (la Repubblica) e “lo Stephen King napoletano” (Corriere del Mezzogiorno).

IoScrittore, che ha ricevuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, è giunto alla sesta edizione. Ha pubblicato 96 ebook e scoperto 11 nuove voci narrative, pubblicate con varie sigle editoriali del Gruppo editoriale Mauri Spagnol.

Molti autori che hanno partecipato a IoScrittore ora sono scrittori di successo, come Valentina D’Urbano, vincitrice di vari premi e pubblicata anche all’estero, e Giuseppe Marotta che, con il suo secondo libro, ha conquistato TV, stampa e critica.

I partner di IoScrittore sono: il Circolo dei lettori di Torino, centro culturale dinamico e innovativo e punto di riferimento per l’editoria italiana; IBS.it, la più grande libreria online in Italia con oltre due milioni di lettori; ilLibraio.it, il nuovo sito dell’unica rivista italiana gratuita dedicata ai libri e a chi ama leggere; Libreriamo, il sito per chi ama la cultura; Librerie Coop, la catena di librerie del sistema cooperativo, costituita nel 2006 e presente in molte regioni con oltre trenta punti vendita; Vanity Fair, il settimanale italiano di cultura, moda e costume, appartenente a Condé Nast, uno tra i più prestigiosi gruppi multimedia internazionali.

Le iscrizioni alla settima edizione di IoScrittore sono aperte sul sito ufficiale del torneo, a questo link

Da IoScrittore all’ebook: Simonetta Santamaria racconta l’autismo in un thriller

Esce oggi ed è disponibile nei principali store online Seguimi nel buio, quinto ebook vincitore della sesta edizione del torneo letterario online IoScrittore del Gruppo Editoriale Mauri Spagnol. 

Solo oggi, l’ebook avrà il prezzo lancio di € 0,99 e, grazie al nuovo servizio di print on demand di IoScrittore, nei prossimi giorni sarà disponibile anche in formato cartaceo.

A firmare il libro è Simonetta Santamaria, napoletana, già autrice di vari libri, tra cui i romanzi Dove il silenzio muore (CentoAutori) e Io vi vedo (Tea/Tre60).

La trama parla di Valerio, tredici anni e un peso enorme sulle giovani spalle. Autistico, così lo hanno definito. Una condanna per lui, e per sua madre, che lo ama con forza e disperazione ma che non riesce a entrare nel suo mondo, a instaurare una comunicazione né con lui, né con chi lo cura, medici aridi e capaci solo di incasellare i pazienti. Quando nella loro vita arriva la neuropsichiatra infantile Christina Kindermann, qualcosa, lentamente, grazie alla pazienza e alle competenze della dottoressa, sembra cambiare. Ma c’è qualcuno che è riuscito a raggiungere Valerio nel suo mondo segreto, che è riuscito a comunicare con lui, superando le barriere dell’autismo, grazie a una sorta di rete neurale in cui gli inconsci si relazionano tra loro, e sembrano vivere una vita «normale» senza le limitazioni che incontrano tutti i giorni. Questo qualcuno che ha già fatto molto, molto male e ora vuole usare Valerio per compierne altro. Christina capisce subito che c’è qualcosa che non va, e deve trovare presto un modo per relazionarsi con il ragazzo, per farsi dire che cosa accade in quella sorta di realtà parallela che il Male ha invaso.

IoScrittore, che ha ricevuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, è giunto alla sesta edizione. Ha pubblicato 91 ebook e scoperto 11 nuove voci narrative pubblicate con varie sigle editoriali di GeMS (editore deilLibraio.it): le iscrizioni alla settima edizione sono aperte sul sito ufficiale del torneo.

Come pubblicare un libro? I consigli di un’autrice pubblicata da tre60

Tanti sono quelli che hanno il classico romanzo nel cassetto, ma come tirarlo fuori e riuscire a pubblicarlo?  La redazione di IoScrittore ha intervistato tanti autori che hanno pubblicato per grandi editori, e le loro risposte stanno delineando una mappa utile per muoversi nel complesso e vasto mondo dell’editoria. Dopo i consigli per essere pubblicati di Marco Ghizzoni, i consigli di scrittura di Maurizio Maggi e i suggerimenti per arrivare alla pubblicazione di Roberto Centazzo e di Mirko Zilhay, i 5 errori da evitare assolutamente se vuoi pubblicare un tuo libro di Alice Basso, Barbara Bellomo. Oggi sentiamo Roberta Marasco, autrice di un emozionante romanzo romantico, Le regole del tè e dell’amore.

Per sapere di più vai alla biografia di Roberta Marasco.
Come hai pubblicato il primo libro?
Ho pubblicato il mio primo romanzo in digitale, per Emma Books. Conoscevo la direttrice editoriale da molti anni, avevo lavorato per lei come traduttrice, fra le altre cose, e quando mi ha parlato del suo progetto di una casa editrice femminile con una linea diversa rispetto al femminile già esistente, le ho proposto una storia, che poi è diventata Love Trainer. Per Emma Books pubblicavo sotto lo pseudonimo di Mara Roberti, che mi è stato utile per imparare a scrivere di emozioni senza censurarmi. Ora credo di aver imparato, almeno spero, e vorrei provare a continuare il percorso con il mio vero nome. Poi la mia agente letteraria ha proposto un mio romanzo a Tre60, ed eccomi qui.

Puoi darci qualche consiglio su come presentare la propria opera a un agente letterario?  
In realtà, per quanto banale sembri, non è il modo che conta, è il romanzo. Un buon agente riconosce sempre un romanzo che funziona o che può funzionare, già dalle prime pagine. Una sinossi aiuta, ma non fa la differenza. Io a volte, quando sono un po’ in difficoltà a inquadrare una storia, fingo di dover scrivere la quarta di copertina, in modo da mettere in luce i motivi per cui un lettore dovrebbe leggerlo o un libraio dovrebbe proporlo. Detto questo, secondo me l’unica presentazione davvero utile a un agente è: “Sono disposta a imparare e a riscrivere il mio romanzo se sarà necessario”. Troppo spesso si confonde la riscrittura con una sorta di mercificazione, come se ci si piegasse alle logiche di mercato. Io non la penso così; con i miei romanzi voglio intrattenere ed emozionare, quindi lo sguardo altrui è fondamentale.

Hai inviato il romanzo completo o solo una sinossi/un estratto?
A Tre60 la mia agente ha mandato il romanzo completo.

Quali errori sono da evitare se si vuole pubblicare un libro con un editore importante?
Pensare di pubblicare il romanzo esattamente come è uscito dal nostro computer. Affezionarsi a ogni singola parola. Sentire di doverlo difendere. La pubblicazione è anche un processo di apprendimento, una scuola preziosa. Non è una conferma, è un punto di inizio. Io penso che nessun editore che crede davvero nel lavoro di un autore pubblichi il suo manoscritto esattamente come gli è arrivato. L’editore ti accompagna nella costruzione della storia, in un percorso di scrittura personale. Non ti pubblica e basta: ti insegna a scrivere meglio.

Hai mai partecipato a un concorso letterario? 
Vi partecipai molti anni fa. È un’esperienza importante, secondo me, perché ci si misura con un orizzonte professionale, ci si abitua a prendere distacco dal proprio testo, a uno sguardo critico, al giudizio sulla nostra storia. Che poi sarà un domani il giudizio dei lettori che comprano il libro in libreria.

Qualche consiglio per uno scrittore esordiente
Al momento di scrivere il problema di solito è il tempo. Per fare le cose per bene ci vuole tempo e non si può pensare di scrivere solo la sera, quando tendenzialmente si è stanchi morti. Bisogna ritagliarsi il tempo per scrivere di giorno, secondo me, e se riusciamo a farlo durante la settimana, in un orario lavorativo, ancora meglio. Ci si sente psicologicamente obbligati a prendersi più sul serio (o almeno per me è stato così).
Quando si inizia a scrivere, è utile leggere (o rileggere) i libri che amiamo e che hanno qualcosa in comune con quello che stiamo scrivendo. Appuntarci le scene che ci hanno emozionato, quello che funziona. Non per copiarlo, ma per acquisire a poco a poco una maggiore consapevolezza dei meccanismi della scrittura.
Durante la stesura del libro io ogni tanto, per orientarmi, ricorro alle regole degli sceneggiatori americani, allo schema in tre atti, per esempio, o alle dodici tappe dell’eroe. Non mi sforzo di rispettarle, ma mi sono molto utili per capire a che punto sono della mia storia, se mi sto perdendo per strada, se la struttura scricchiola e se il percorso della protagonista ha un senso ed è coerente con quel che volevo raccontare. Mi serve anche per ricordarmi che quello che conta davvero è la trama. Spesso abbiamo ben chiari i dettagli, un ipotetico messaggio, a volte perfino le atmosfere, ma lasciamo paradossalmente la trama nel suo complesso in secondo piano.
Per pubblicare il romanzo, infine, secondo me serve un agente. Un agente è utile in molte fasi del lavoro di uno scrittore, dalla revisione del testo al rapporto con la casa editrice. Per me è una figura fondamentale. Io poi ho la fortuna di avere un’agente che mi conosce perfino meglio di quanto mi conosca io stessa. Lavoriamo insieme da tantissimi anni e ci siamo sempre capite al volo. E soprattutto, mi fido ciecamente di lei.

Che cosa ti ha dato il rapporto con l’editore e con gli editor della casa editrice?
Con la direttrice editoriale e l’editor di Tre60 c’è stata un’ottima sintonia fin dal principio. La sensazione che ho avuto è che tutte e tre amassimo la storia, ma in tre modi diversi, come se ciascuna di noi ci trovasse qualcosa di differente e la apprezzasse per un motivo distinto. Ho intuito alcuni pregi del libro attraverso i loro occhi e ho capito quali erano i suoi limiti grazie alle loro osservazioni e ai loro consigli. C’è sempre stato un rapporto di grande fiducia, rispetto e collaborazione. E come con l’agente, credo che la fiducia sia la chiave di tutto.
Roberta Marasco è una traduttrice che un giorno si è accorta di aver trascurato le proprie emozioni. Per la fretta, le aveva cacciate tutte da qualche parte dentro di sé, proprio come si fa con gli oggetti che non si ha il tempo di rimettere in ordine. Le emozioni, però, prima o poi tornano a galla, e le sue lo facevano cogliendola alla sprovvista e commuovendola nei momenti meno opportuni. Ha iniziato a scrivere per questo, per vivere le proprie emozioni e tornare a credere nei sogni. Per saperne di più visita la sua pagina Facebook o il suo blog, rosapercaso.

“Esiste un oscuro limbo tra sanità mentale e malattia dove gli inconsci s’incontrano. E a volte uccidono. È la Rete. È Insanet.”

Il libro in una frase
Esiste un oscuro limbo tra sanità mentale e malattia dove gli inconsci s’incontrano. E a volte uccidono. È la Rete. È Insanet.

Amici di scaffale
Stephen King, Wulf Dorn, Jeffery Deaver, MaryHiggins Clark, Gianfranco Nerozzi, Danilo Arona, Sandrone Dazieri, Alan D. Altieri

Segni particolari
Un thriller psicologico in bilico sulla lama tagliente che passa tra realtà e follia

Tag
Autismo, psiche, inconscio, psichiatria, rete, follia, enigmi, thriller, mystery, gatti, Napoli.

Dove e quando
Napoli, ovunque, oggi.

Come e perché ho deciso di partecipare a IoScrittore
È stata una sfida con me stessa, per dimostrarMI (dopo tutti i “grazie ma non è più il genere che stiamo cercando”) e dimostrare che “il genere” è tutt’altro che in calo, che per fortuna ci sono vagonate di lettori che ancora apprezzano il thriller. E anche la sottoscritta, senza sapere che fosse la sottoscritta.

Acquista l’ebook “Seguimi nel buio” di Simonetta Santamaria

Angeli di plastica, il nuovo romanzo di Emanuela Valentini. l’autrice è stata finalista a IoScrittore

Emanuela Valentini, vincitrice del premio Robot 2016, è una delle autrici italiane di fantascienza che si sono messe più in luce negli ultimissimi anni. Finalista al torneo Ioscrittore, collaboratrice di Wired, è entrata nella scuderia Delos con il serial Red Psychedelia, una favola cyberpunk futurista vagamente ispirata a Cappuccetto Rosso. Ora torna con il suo secondo romanzo, basato su un’idea affascinante, ricco di azione e di idee.

È il secondo titolo autunnale di Odissea Digital Fantascienza, dopo Nuovo mondo di Giampietro Stocco, un palinsesto che proseguirà con titoli di Lukha B. Kremo, Franco Ricciardiello, Maurizio Cometto, Clelia Farris.

Il libro sarà disponibile anche in una piccola tiratura stampata che sarà in vendita a Stranimondi, nel weekend del 15 e il 16 ottobre ed è preordinabile sul Delos Store.

Angeli di plastica

Sinossi

Mei è una ragazza particolare. Ribelle, certo, difficile, ma quale ragazza non lo è a quell’età?

Mei però è diversa per altri motivi. Nella testa ha una cosa che lei chiama loop neurale, una connessione di qualche tipo che le permette, solo pensandolo, di ottenere informazioni, schemi, mappe. Un Google nel cervello.

E sono proprio queste facoltà che le permettono di trovare North, e poi tutti gli altri che, come lui, sono arrivati non si sa da dove e non si sa perché.

Angeli, forse. Ma decisi a scatenare l’inferno.

L’autore

Emanuela Valentini vive e lavora a Roma. Ha studiato con passione Lettere e Filosofia puntando fin da piccola a un profondo ideale etico ed estetico nella vita. Adora i classici ma legge di tutto, colleziona macchine per scrivere e fumetti vintage. Autrice di strane storie nel 2013 ha pubblicato con Speechless Books la sua fiaba dark La bambina senza cuore. Nello stesso anno è uscito con il marchio GeMS Ophelia e le Officine del Tempo, finalista al Torneo Ioscrittore. Con Delos Digital ha pubblicato il serial Red Psychedelia. Nel 2016 ha vinto il premio Robot con il racconto Diesel Arcadia.

Emanuela Valentini, Angeli di plastica
, Delos Digital, Odissea Digital Fantascienza 22, isbn: 9788865308615, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store)
con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 3,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: