Consigli degli editor

Ah i titoli!

2 maggio 2018
| di
Cecilia Perucci, Direttore editoriale Corbaccio
Il titolo è il primo biglietto da visita di un libro. Quali sono i “segreti” dell’editore per individuare il titolo più efficace? Ci sono “regole” da seguire?

Croce e delizia del lavoro editoriale.

A volte, nel caso di libri stranieri, si ha la fortuna di poter semplicemente tradurre in modo letterale il titolo originale perché il risultato in italiano è convincente.

A volte invece, sia che si tratti di traduzione, sia che si tratti di testi italiani, bisogna proprio sedersi intorno al tavolo – è comunque un lavoro di squadra – e buttare giù ipotesi.

Tutte le proposte vengono annotate, lette ad alta voce per sentirne l’effetto, mescolate, per trovare un titolo che sembri a tutti chiaro, intrigante e suggestivo.

Mi vengono alla mente due esempi, diversissimi tra loro.

Anni fa ci venne proposto e decidemmo di acquistare, un saggio sulla resilienza umana.

L’autore, Pietro Trabucchi, psicologo ed esperto di performance sportive, voleva la parola resilienza in copertina ma si trattava di un termine ancora poco in uso nel gergo comune e quindi ci mettemmo a ipotizzare un titolo che si potesse associare all’idea di resistenza alla fatica, allo sforzo, allo stress. Qualcosa di immediato. E così è nato Resisto dunque sono che fa il verso al ben più noto Cogito ergo sum.

Il secondo esempio è più recente e forse ha una natura più personale. Dopo aver letto il testo del nuovo thriller di Wulf Dorn che in tedesco si intitola Die Kinder (I bambini) mi è tornato alla mente uno slogan del WWF – che mi aveva profondamente colpita – nel quale si diceva che non siamo noi a lasciare la terra in eredità ai nostri figli bensì loro a darcela in prestito. E dato che il romanzo si incentra proprio sulla ribellione dei bambini del mondo contro i soprusi a cui gli adulti sottopongono loro e la loro terra, ho pensato di rovesciare il concetto e intitolare il libro Gli eredi.

Insomma il titolo è, ancora prima dell’immagine di copertina, il primo biglietto da visita di un testo. Deve colpire, attirare, incuriosire e allo stesso tempo veicolare il contenuto, l’atmosfera, la “musica” del libro.

Impresa difficile ma non impossibile.

Leggi tutto

Libri utili

Scarica gli ebook gratuiti di IoScrittore.

Tanti consigli per migliorare e rendere efficace il tuo romanzo fin dalla prima pagina.

Scarica l'ebook
Scrivere un libro che conquista fin dalla prima pagina: Le strategie di grandi autori bestseller.
Scarica l'ebook