Milo

Massimo Vaggi

Milo ha sedici anni e vive a Sarajevo, la citta` dove c’e` tutto cio` che ama. Ma nell’aprile del 1992 Sarajevo è una citta` sotto assedio e ben presto la sua vita sarà travolta dagli eventi. Milo capisce, accetta la fuga, ma la Storia sembra aver scritto una fine diversa da quella in cui spera.
Milo

Milo ha sedici anni e vive a Sarajevo, la città dove c’è tutto ciò che ama. C’è la madre, c’è Simo Zivanovic, l’amato professore di storia del liceo cittadino, impegnato a scrivere la triste storia del contadino bosniaco Jovan il rosso, catturato dai turchi nel 1500. C’è Ibrahim, lo «zio», l’allenatore di calcio, amico e protettore dei «suoi» ragazzi, e c’è il suo formidabile talento di portiere

Ma Sarajevo nell’aprile del 1992 è una città sotto assedio e ben presto la vita di Milo è travolta dagli eventi. Il tempo di guerra scardina le regole di tutto: della scrittura, della scuola, della famiglia, del gioco del pallone. Con l’aiuto di un sergente francese del contingente ONU lo zio organizza la fuga, unica possibilità per Milo di smarcarsi da un destino ormai compromesso, quel destino che il professore non riesce a consegnare nemmeno al suo personaggio Jovan.
Milo capisce, accetta la fuga, ma la Storia sembra aver scritto una storia diversa.
L'AUTORE

Massimo Vaggi

Massimo Vaggi vive in campagna vicino a Bologna. Ha moglie e tre figli, che sopportano la sua misantropia di grado non severo. È avvocato, specializzato in diritto del lavoro, consulente della FIOM, della CGIL e del patronato INCA CGIL. Si occupa con una certa continuità dei progetti di cooperazione all’estero di un’associazione di genitori adottivi. Da grande vorrebbe farlo ancora di più.

Libri utili

Scarica gli ebook gratuiti di IoScrittore.

Tanti consigli per migliorare e rendere efficace il tuo romanzo fin dalla prima pagina.

Scarica l'ebook
Scrivere un libro che conquista fin dalla prima pagina: Le strategie di grandi autori bestseller.
Scarica l'ebook