Consigli di scrittura

La ferita della guerra, una promessa difficile da mantenere, una storia intensa di amicizia e speranza
Articoli

La ferita della guerra, una promessa difficile da mantenere, una storia intensa di amicizia e speranza

11 Novembre 2021
| di
Redazione IoScrittore
Intervista a Michele Scaranello, autore di "Ancora un'alba per sperare"

Michele Scaranello è l’autore di “Ancora un’alba per sperare“, romanzo edito da IoScrittore.

Il libro in una frase 

Ci sono persone disperse e altre che si disperdono, perché nessun uomo può pensare di attraversare la vita immune dal passato o dal dolore di una perdita.

Amici di scaffale

Sicuramente il mio romanzo può far da spalla a Mario Rigoni Stern, Il sergente della neve e Giulio Bedeschi, Centomila gavette di ghiaccio

Segni particolari

Quante volte ci smarriamo davanti a una promessa? Quante volte ne apprezziamo il sacrificio, lo scrigno di valori che essa racchiude? In quest’epoca frenetica dove tutto si consuma velocemente, penso che nessun’altra parola esprima e coaguli meglio coraggio, amore, fiducia e speranza insieme. 

Dove e quando

Sullo sfondo di una gelida Russia negli anni più grigi del regime sovietico del dopoguerra e quelli più floridi dei giorni d’oggi, irrompe uno squarcio di Puglia, culla di sole, tradizioni e segreti. Qua e là, nei ricordi del protagonista, le pennellate di una Matera rurale e poetica.

Tag: Dispersi, fronte russo, piastrini, radici, persecuzioni ebree, masseria,prigionia, gulag, Matera

Come e perché ho deciso di partecipare a IoScrittore

Avevo partecipato all’edizione 2018 senza avere ancora contezza della consistenza del romanzo. Selezionato fra i 300 finalisti e, appurato che il romanzo era di gran lunga superiore alle dimensioni ammesse, ho deciso di gettare la spugna. Quando l’anno dopo ho verificato che i requisiti erano più ampi, ho tergiversato un po’: occorreva rimettersi al lavoro e ridimensionarlo appena. L’ho fatto, unicamente per poter avere l’occasione di rimetterlo al giudizio dei lettori. Per le tante delusioni accumulate nel tempo, l’idea di salire sul banco dei vincitori era ben lontana. Il giorno della proclamazione ero a Milano per motivi familiari, e non ho potuto parteciparvi. Quando la sera ho scoperto di essere fra i vincitori, non ci credevo, ma ho sentito ripagati i sacrifici fatti in tutti questi anni. E mi rende orgoglioso che il successo sia stato condiviso e decretato innanzitutto dai lettori. 

Leggi tutto

Libri utili

Scarica gli ebook gratuiti di IoScrittore.

Tanti consigli per migliorare e rendere efficace il tuo romanzo fin dalla prima pagina.

Scarica l'ebook
Scrivere un libro che conquista fin dalla prima pagina: Le strategie di grandi autori bestseller.
Scarica l'ebook