Articoli

I bambini osservano muti le giostre dei grandi

18 settembre 2012
| di
Donatella Perullo
Donatella Perullo di i-Libri recensisce "I bambini osservano muti le giostre dei grandi" di Giuseppe Marotta, edito da IoScrittore

Remì non è un bambino come tutti gli altri. E’ vero, ha dieci anni, frequenta la quinta elementare, ha una fidanzatina e il suo micro pugno magico che lo tira fuori dalle situazioni più delicate. Il piccolo Remì ha, però, anche una famiglia ‘particolare’ ed è proprio questa che lo rende diverso da tutti gli altri bambini della zona.

Il nonno del nostro piccolo protagonista è infatti un boss della camorra. Un uomo terribile che tiene sotto pressione tutto il quartiere ma che incombe anche all’interno delle mura domestiche. Un nonno forte, prepotente che decide della vita e della morte di chiunque e che impedisce ai genitori di Remì, con i quali vive, di decidere della propria vita. Così quando la mamma di Remì fugge con un altro uomo, il nonno ordina al figlio di trovare e uccidere la nuora fedifraga e il suo amante e di lavare con il sangue l’onta subita.

E’ a questo punto che il bambino deciderà di dare una svolta alla sua vita e all’intera famiglia divenendo lui stesso padrone del proprio destino e lottando per salvare la persona cui tiene di più al mondo, la sua mamma. E’ una lotta impari la sua. Un bambino fragile, afflitto da un’imbarazzante debolezza intestinale, che affronta il terribile boss e la sua cricca cercando di fargli cambiare idea e salvare così la donna che l’ha messo al mondo.

Giuseppe Marotta adopera un linguaggio semplice, descrivendoci il terribile mondo della camorra con gli occhi spaventati ma limpidi di un bimbo. Il linguaggio che sceglie sfiora di continuo il dialetto della sua terra riuscendo però a restare comprensibile anche per il lettore che non conosca il napoletano. La bravura di quest’autore sta anche nel rendere umani personaggi che potrebbero essere considerati tutt’altro che tali e nel ridicolizzarli mettendo a nudo le loro debolezze e le loro fobie.

“I bambini osservano muti le giostre dei grandi” è un romanzo crudo, che fa arrabbiare, spaventa e che avvilisce poiché descrive con lucido realismo un mondo che nessuno vorrebbe conoscere. Allo stesso modo però è una storia che trova la sua forza nella sottile ironia della penna dell’autore e nella disperata ricerca di quel filo di speranza che conceda di avere ancora fiducia nel futuro.

Su i-Libri puoi leggere l’intervista di Donatella Perullo all’autore Giuseppe Marotta. 

Leggi tutto

Libri utili

Scarica gli ebook gratuiti di IoScrittore.

Tanti consigli per migliorare e rendere efficace il tuo romanzo fin dalla prima pagina.

Scarica l'ebook
Scrivere un libro che conquista fin dalla prima pagina: Le strategie di grandi autori bestseller.
Scarica l'ebook