Video della premiazione dei semifinalisti al Salone internazionale del libro

Articoli
18 maggio 2012
| di
Redazione Il Libraio
Un breve servizio tratto dall'incontro svoltosi in occasione del Salone Internazionale del Libro
Un esperimento ormai concluso e riuscito, legittimato dalla forza dei numeri e dal seguito ottenuto dalla platea degli aspiranti scrittori. E’ stato reso noto l’elenco dei 200 finalisti che hanno superato la prima fase di selezione del torneo letterario IoScrittore, promosso dal gruppo GeMS.
Questi i numeri dell’iniziativa: 3.728 partecipanti totali, 1.109 partecipanti all’edizione 2012, 33.295 giudizi prodotti dalla community, 46 ebook pubblicati, 14 libri pubblicati o in via di pubblicazione, 4 libri già presenti in classifica; più di 100.000 euro di anticipi agli autori di IoScrittore. 

La Redazione de Il Libraio intende darvi conto della premiazione, tenutasi in occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino. Un incontro cui hanno preso parte, dialogando col pubblico, Oliviero Ponte di Pino, direttore editoriale di Garzanti Libri; Stefano Mauri, Presidente del gruppo GeMS; Luigi Spagnol, AD del Gruppo Mauri Spagnol; Donato Carrisi, scrittore e sceneggiatore. 
Oliviero Ponte di Pino: “Teoricamente, di concorsi letterari ce ne sono migliaia, ma questo ha delle caratteristiche particolari. In primo luogo, si svolge sostanzialmente tutto in Rete; in secondo luogo la giuria, ovvero chi giudica i romanzi che partecipano a “IoScrittore”, sono gli altri autori. Dunque, sono gli stessi scrittori o aspiranti scrittori che si giudicano tra di loro. Qui a Torino, presentiamo i 200 finalisti delle terza edizione; a Mantova, a Settembre, presenteremo i 30 vincitori che verranno pubblicati in forma di ebook dal gruppo GeMS.” 
Stefano Mauri: “Da quest’anno non possiamo più definirlo un ‘esperimento’, perché l’esperimento è perfettamente riuscito. Già molti degli autori scovati in Rete con questo metodo innovativo hanno visto i loro libri pubblicati, ed altri verranno pubblicati nei prossimi mesi. 
Già il primo anno avevo cercato di spiegare il lavoro dell’editore in questo modo: tante volte si ha l’impressione di prendere una zucca, una massa di foglie, che è il manoscritto che ci arriva, e con tanto lavoro di trasformarlo in una carrozza, in qualcosa che ha una riconoscibilità pubblica e che trova molti lettori in Italia e possibilmente nel mondo. Questo è quello che è già riuscito più volte.” 
Luigi Spagnol: “Credo che la funzione primaria del torneo sia quella di offrire agli aspiranti scrittori una possibilità di confronto e di giudizio, di consentire che le loro opere vengano lette da persone che non li conoscono e che giudicano in totale obiettività pregi e difetti dei loro romanzi. È una delle cose più difficili da ottenere per un aspirante scrittore.” 
Oliviero Ponte di Pino: “I giudizi che vengono dati diventano, per chi ha scritto quell’opera, dei consigli di scrittura. Tanti partecipanti, di edizione in edizione – ci sono scrittori che hanno partecipato a più di un’edizione – vedono salire il proprio punteggio, e migliorare il posizionamento in classifica. Questo vuol dire, molto semplicemente, che i consigli che arrivano dagli altri lettori sono utili.” 
Stefano Mauri: “Per me avere 4 esordienti con i libri in pubblicazione in questo momento è un’occasione per fare il punto di quest’iniziativa. Poteva sembrare un’idea bislacca, perché in nessun altro Paese del mondo qualcuno ha messo in pratica qualcosa di simile. Siamo riusciti a coniugare quello che richiede il web – un’apertura, un accesso democratico, la pubblicazione – con l’inevitabile necessità per gli editori di selezionare i libri che pubblicano, per evitare ai loro lettori di leggere qualsiasi cosa, di leggere libri con i quali perderebbero tempo e, anche, il piacere della lettura.” 
Luigi Spagnol: “Una parte del premio consiste nel fatto che i 30 vincitori verranno automaticamente sottoposti all’attenzione degli editori delle nostre case editrici.” 
Oliviero Ponte di Pino: “Sono diversi gli autori che sono stati pubblicati dopo essere passati da “IoScrittore”. Alcuni sono stati pubblicati da una casa editrice del gruppo GeMS, altri da altri editori, alcuni sono addirittura finiti in classifica! Questo mi sembra un ottimo biglietto da visita per un concorso di questo genere.” 
Donato Carrisi: “Gli scrittori che pretendono di dare lezioni attraverso i propri scritti sono, forse, quelli meno credibili. Il nostro è fondamentalmente un mestiere involontario, noi ci innamoriamo di una storia e abbiamo l’esigenza di comunicarla. Lo facciamo per iscritto, ma potremmo farlo in altre forme. Io, per esempio, l’ho fatto in altre forme nel corso della mia vita: l’ho fatto con il teatro, ma l’ho fatto anche molto più semplicemente quando incrociavo qualcuno in treno.” 
Stefano Mauri: “Oggi dichiarerei l’esperimento finito e riuscito. Noi continueremo su questa strada in un momento nel quale, con la rivoluzione ebook sempre più pressante, si discute del ruolo stesso dell’editore e della sopravvivenza del libro. Una fase in cui, alle piattaforme che incentivano il self-publishing, si contrappongono gli editori che vogliono garantire al lettore la qualità. Noi, questa piccola comunità – molti hanno partecipato più volte al torneo – abbiamo realizzato una sintesi tra queste due esigenze: la prima, è che il lettore non debba fare la selezione di cento libri ogni volta che ne vuole leggere uno che gli lascia qualcosa; la seconda, che ci sia un accesso democratico e aperto alla possibilità di pubblicare, di diventare scrittori, senza filtri basati sulle conoscenze, le amicizie, la prossimità rispetto agli editori.” 
Oliviero Ponte di Pino: “Questo torneo serve per chi scrive, perché gli consente di farsi conoscere; serve agli editori, che così possono scoprire nuovi talenti, e serve ai lettori, perché sanno che questi libri sono sicuramente piaciuti ad altri lettori.”
Leggi tutto

Libri utili

Scarica gli ebook gratuiti di IoScrittore.

Tanti consigli per migliorare e rendere efficace il tuo romanzo fin dalla prima pagina.

Scarica l'ebook
Scrivere un libro che conquista fin dalla prima pagina: Le strategie di grandi autori bestseller.
Scarica l'ebook