La quiete, cos’è la quiete? Don Giovanni non lo seppe mai, perché al tempo di Napoleone in Italia la quiete non c’era.

La quiete, cos’è la quiete? Don Giovanni non lo seppe mai, perché al tempo di Napoleone in Italia la quiete non c’era. -
EBOOK IOSCRITTORE.
Condividi su

Intervista a Enrico De Agostini autore di "Un prosciutto e dieci ducati".

30 giugno 2016 | di Redazione IoScrittore.

Il libro in una frase
La quiete, cos’è la quiete? Don Giovanni non lo seppe mai, perché al tempo di Napoleone in Italia la quiete non c’era.

Amici di scaffale
Il consiglio d’Egitto di Leonardo Sciascia alla sua sinistra, Il resto di niente di Enzo Striano alla sua destra.

Segni particolari
È tutto vero. Soprattutto ciò che è inventato. Quella di don Giovanni è la storia di come vissero i nostri avi quando furono investiti da quel terremoto politico e sociale che fu la Rivoluzione francese. Chi di loro non ne fu travolto, ne fu per lo meno profondamente segnato.

Tag
Rivoluzione francese, Napoleone, Regno di Napoli, Ferdinando IV, Repubblica Napoletana, Giacobini, Sanfedisti, Murat, briganti, Borboni.

Dove e quando
A Circello, uno sperduto paese del Regno di Napoli, nonché nella stessa Napoli, al tempo della Repubblica giacobina e poi della reazione sanfedista, per le strade insicure, nei boschi infestati dai briganti (i tanto decantati briganti) e nelle case dei borghesi, che suonavano il clavicembalo e allestivano insidie.

Come e perché ho deciso di partecipare a IoScrittore
Perché se è stato scritto va valutato, ma se vince va pubblicato (e speriamo anche letto).

Acquista l'ebook Un prosciutto e dieci ducati di Enrico de Agostini.

Newsletter
Ricevi aggiornamenti sul torneo e consigli di scrittura da IoScrittore