«Non è uno scherzo, vero?» Ora, sette mesi dopo, ci mettiamo in gioco…

«Non è uno scherzo, vero?» Ora, sette mesi dopo, ci mettiamo in gioco… -
Avventura, mistero, amicizia, coraggio.
Condividi su

L'intervista a Gianluca Grechi, autore di Marcus Whilsby e il mistero di Haltonbridge

17 luglio 2014 | di Redazione IoScrittore.

Il libro in una frase
Ne rubo una di Isabella Allende: «C’è un momento in cui il viaggio iniziato non può più essere interrotto, corriamo verso una frontiera, passiamo attraverso una porta misteriosa e ci svegliamo dall’altra parte, in un’altra vita». Ecco il racconto in fondo è questo, una storia per ragazzi in cui il protagonista, un ragazzo con un talento straordinario, vive un’avventura incredibile che una volta iniziata non offre vie di uscita. Ti metti in gioco e non puoi più tornare indietro. 

 
Amici di scaffale
Be’ un sacco… Parto col primo, banale ma è parte della mia infanzia (e anche di quella dei miei figli) ed è un classico della letteratura per ragazzi, Pinocchio, una storia incredibile, un fantasy toscano vecchio di 133 anni ma per me modernissimo. Ma dentro ci sono io e quello che mi piace, La casa degli spiriti di Isabelle Allende, La storia e L’isola di Arturo di Elsa Morante, Il grande Gatsby, Il giovane Holden di Salinger, Ferito a morte di Raffaele La Capria ma anche una delle prescelte del torneo, Valentina Urbano e il suo Il rumore dei tuoi passi. Mi fermo se no la lista non finisce più. Tutto dentro di me e di riflesso dentro a quello che scrivo. 
 
Segni particolari
La voglia di conoscere, il coraggio dell’amicizia, quella vera, la paura che ti fa crescere.

Tag
Avventura, mistero, amicizia, coraggio.

Dove e quando
Un posto immaginario, forse in Inghilterra, oggi ma anche ieri o domani.

Come e perché ho deciso di partecipare a IoScrittore
Avevo finito di scrivere il libro ed ero alla ricerca di un editore ma come molti aspiranti scrittori sanno, l’impresa è assai ardua (c’è una giungla la fuori). Un carissimo amico mi ha parlato del torneo, ho dato un’occhiata e l’idea mi è piaciuta. In fondo, ho pensato, se le chance di essere tra i vincitori sono prossime a nulla (10 su quasi 2000 partecipanti, il 5X1000, come nella donazione delle tasse…) almeno mi porto a casa un po’ di giudizi che mi serviranno per aggiustare il tiro (o mettere la tastiera nel cassetto). Poi quando a Palazzo Reale è apparsa la slide con i 10 titoli scelti non potevo crederci. Dei vincitori in sala eravamo in due e quando sono salito sul podio, incredulo, ho fissato Oliviero Ponte di Pino e stavo per chiedergli: «Non è uno scherzo, vero?» Ora, sette mesi dopo, ci mettiamo in gioco…
 
TAG
EFFETTUA IL LOGIN:
Partecipa alla discussione
7475
codice utente 57598
Commento #4
18/7/2014
@ boh - # 3 - Certo, la critica non è approfondita in quanto non mi sogno neppure per scherzo di spendere dei soldi avendo visionato il 'trailer'. Se questo è il livello di editing di 'Ioscrittore'… Utente 89, la critica è basata sulle poche pagine in regalo. Vogliamo parlare di questo? Non si capisce. Se 'Ioscrittore' promuove un libro dovrebbe assumere il rischio di qualunque critica, magari negativa, su quelle poche pagine. È un discorso vecchio che, come penso che tu sappia, ho tirato fuori per altri validi scrittori da Voi sponsorizzati. Devo essere più soft? Allora dirò che l'incipit, in sé, promette poco e lo promette male ma sicuramente il romanzo stupirà anche quei coglioni che, come me, non hanno avuto le palle per spendere. Tant'è, caro boh. - Tutto qua. Boh. I punti e virgola? Boh. Tanto gli editori guardano al succo, giustissimo, se ci fosse.
boh
codice utente 89
Commento #3
18/7/2014
mancano i punti e virgola... una critica approfondita..
7475
codice utente 57598
Commento #2
17/7/2014
Beh, ho letto le pagine gratuite. Mancano un po' di virgole e i 'punti e virgola' non esistono proprio, mentre, in qualche occasione - almeno quattro - sarebbero stati auspicabili. L'incipit di queste poche pagine mi regala la sensazione che lo scrittore sappia scrivere bene ma che non è in grado di picchiare né coinvolgere. Una perdita di tempo, insomma. Non compratalo neppure in offerta: alcuni incipit che ho avuto in lettura erano migliori. Si vedrà. IoScrittore se ne frega dei punti e virgola? Chi lo sa…
Eraser
codice utente 56704
Commento #1
17/7/2014
@Gianluca, bravo! Io non ti cancello e in più, se vuoi ti faccio entrare alla CIA, che lì serve sempre un esperto di matematica per provare a cambiare la natura umana, siamo lì, lì, ma un italiano in America, non è mai di troppo mentre in Italia, per lo più vale meno di zero. Allora ti aspettiamo. Prima, magari, caro Gianluca, per dare un plus valore, se vogliamo parlare di plus valore alla tua opera su e.book, se là ti chiederanno :"Quale è l'editore che ha avuto la fortuna di scoprirti, mica puoi dire "Si chiama Ioscrittore", non esiste,, allora chiedi a quelli del Torneo che mettano il simbolo della garzanti o della longanesi al suo posto, così forse ti darà più prestigio, sempre se là, in America sono conosciuti. In bocca al lupo al bravo Gianluca!
Newsletter
Ricevi aggiornamenti sul torneo e consigli di scrittura da IoScrittore