Articoli

Due ragazzini, una grande amicizia, un segreto rimasto sepolto troppo a lungo. Ma che prezzo ha la verità?

12 luglio 2018
| di
Redazione IoScrittore
Intervista a Gianluca Antoni, autore di "Io non ti lascio solo"

Gianluca Antoni è autore di Io non ti lascio solo, romanzo edito da IoScrittore.

Il libro in una frase
Una fiaba noir metaforica sulla crescita e sulla conquista dell’armonia e del benessere interiore dopo il superamento di un trauma.

Amici di scaffale
I giudizi dei lettori lo hanno accostato a Io non ho paura di Niccolò Ammaniti, Stand by me di Stephen King e Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark Haddon. Per il tipo di trama, con al centro la scomparsa di un bambino, può essere amico di scaffale anche di due bei romanzi usciti recentemente: La teologia del cinghiale di Genuino Némus e L’estate del cane bambino di Laura Toffanello e Mario Pistacchio.

Segni particolari
Il romanzo racconta l’avventura di Filo e Rullo, due ragazzini amici per la pelle, che in una lontana estate vanno alla ricerca di Birillo, il cane di Filo, scappato al padre durante un temporale e mai tornato a casa. L’avventura li segnerà nel loro cammino di crescita perché avranno modo di scoprire sconcertanti verità sulla loro vita.Una storia che coinvolge e spinge il lettore ad andare avanti; c’è sempre un motivo per non smettere. Si ride, si sorride, si piange, si teme, ci si interroga, si fanno supposizioni. Può sembrare un romanzo per ragazzi ma è molto di più.

Tag
#fiabanoir, #romanzodiformazione, #romanzonoir #youngadults #premioromics #amicizia #ioscrittore

Dove e quando
Trent’anni fa, in un tranquillo paesino di montagna sperduto in mezzo ai boschi con una vista spettacolare fino al mare, sparisce un bambino. Vent’anni fa arrivano due ragazzini a cercare un cane. Oggi, infine, si svela ogni mistero di tutto quello che è avvenuto.

Come e perché ho deciso di partecipare a IoScrittore
Dopo aver pubblicato i primi due romanzi con un piccolo editore, volevo fare il grande salto e ho deciso di proporre Io non ti lascio solo a editori più grandi. Uno di questi si è dimostrato interessato a pubblicarlo – si era già deciso la data, ragionato sul titolo, discusso sull’editing e su quale scrittore “famoso” coinvolgere per una recensione nel momento del lancio – ma proprio sul più bello, dopo mesi di attesa, mi risponde di aver deciso, dopo un lungo confronto in redazione, di non pubblicarlo perché, essendo un romanzo “ibrido”, non era ben collocabile in una collana precisa. Così, dopo la cocente delusione, ho deciso di partecipare al torneo letterario IoScrittore e darlo in “pasto“ ai lettori-scrittori per verificare se davvero il romanzo fosse di valore o se solo mi stessi illudendo. Superare la prima fase dell’incipit ed essere tra i 300 finalisti sinceramente me l’aspettavo ma, dopo aver letto i romanzi che mi erano stati assegnati e aver notato la loro buona qualità, scoprire, una bella domenica di novembre, che Io non ti lascio solo era tra i 10 vincitori, è stata una meravigliosa sorpresa. E non solo: il romanzo aveva vinto anche il premio speciale Romics come miglior romanzo di genere. Ma la vera avventura comincia ora!

 

Leggi tutto

Libri utili

Scarica gli ebook gratuiti di IoScrittore.

Tanti consigli per migliorare e rendere efficace il tuo romanzo fin dalla prima pagina.

Scarica l'ebook
Scrivere un libro che conquista fin dalla prima pagina: Le strategie di grandi autori bestseller.
Scarica l'ebook