La storia è la nostra memoria vivente: senza memoria non c’è futuro.

La storia è la nostra memoria vivente: senza memoria non c’è futuro. -
Memoria e Futuro.
Condividi su

L'intervista a Nunzia Volpe autrice di "La bambina che parlava alla Luna"

26 febbraio 2015 | di Redazione IoScrittore.
Il libro in una frase
La bambina che parlava alla luna è innanzitutto un invito alla memoria. Per tanti, molti anni si è cercato di cancellare questa memoria ma grandi uomini e grandi donne hanno portato alla luce quanto è accaduto, raccontando e rivivendo momenti strazianti della propria esistenza nelle aule dei tribunali, nelle scuole davanti ai giovani, tra le pagine di un libro. Nostro dovere è ricordare e raccontare, per loro e per noi. La storia è la nostra memoria vivente: senza memoria non c’è futuro.

Amici di scaffale
La bambina che parlava alla luna ha tanti amici di scaffale, opere che i lettori italiani ben conoscono. Questa mia prima opera è in buona compagnia, figlia minore di tanti illustri genitori letterari: Il partigiano Jhonny (Beppe Fenoglio), La ragazza di Bube (Carlo Cassola), L’uomo che verrà (Giorgio Diritti), Io ho visto (Vittorio Buffa), Se questo è un uomo (Primo Levi). Figlia anche di molti altri romanzi, con tematiche diverse, che mi hanno accompagnato nel corso della mia formazione narrativa: La casa degli spiriti (Allende), I Malavoglia (Verga), Fontamara (Silone) e tanti altri ancora. Mi appassiono ai libri che leggo – che ci posso fare? – e ognuno di essi mi lascia un tratto nel cuore.

Segni particolari
Una lacrima gli scende lungo la guancia. Non la asciuga. La tiene lì. Gli fa compagnia.
Le spalle esili, delicate di sua moglie tremano. Si abbassa e le posa un bacio leggero sulla testa, laddove tra i pochi capelli si intravede una cicatrice ormai bianca.
I resti di Ca’ Rosetta non ci sono più, sono stati rimossi molti anni prima. Lui avrebbe preferito fossero ancora lì, come monito, avvertimento. Al loro posto si erge una stele che punta dritta verso il cielo.
Non hanno bisogno di leggere i nomi incisi sull’epigrafe.
Li conoscono a memoria quei settantatre nomi.
Tutti, dal primo all’ultimo.
Settantatre anime.
Settantatre mignole nel vento.

Tag 
Seconda guerra mondiale, stragi nazi-fasciste, partigiani, ANPI, Toscana, duce, innocenza, amicizia, rappresaglia, Linea Gotica, Resistenza, tedeschi.

Dove e quando
Lungo la Linea Gotica, Appennino toscano, un paesino dell’entroterra, esattamente dove vi pare, concorderete che non è questo l’importante. 
Quando? Durante la seconda guerra mondiale. 
Ma non fossilizziamoci, guardiamo oltre. Volete? Potremmo essere anche in Palestina, Egitto, Mali, Malesia, Repubblica democratica del Congo, Somalia, Sudan, Afghanista, Filippine, Pakistan, Tahilandia, Iraq, Siria, Yemen, Colombia, Messico. 
Impossibile menzionare tutti i luoghi del mondo dove i conflitti generano crudeltà, distruzione e morte. Ogni elenco è sempre transitorio e incompleto.

Come e perché ho deciso di partecipare a IoScrittore
Settembre 2012: Nunzia è appena rientrata da una settimana di vacanza trascorsa nell’entroterra toscano, precisamente in Val d’Orcia, con la sua famiglia: Dennis, suo marito, e Martin e Thomas, i suoi figli.
È pomeriggio e nel salotto di casa Nunzia e Dennis programmano gli impegni a venire: la ripresa della scuola per i figli, le cose da comprare, le spese da pagare, ma Nunzia all’improvviso si zittisce. Dennis sa bene che cosa le passa per la testa: sua moglie è di nuovo a spasso, il suo ennesimo contratto di lavoro è scaduto, ancora una volta dovrà rimettersi a cercare lavoro. 
«Perché tra l’invio di un curriculum e l’altro non ti metti a scrivere?»
Nunzia lo guarda sbigottita, poi a muso duro gli risponde: «Io non scrivo, leggo!»
Ma Dennis non desiste, pur sapendo che rischia lo scontro. «Provaci, che ti costa? Magari ci riesci e ti piace.»
Nunzia, soffocando una rispostaccia, non lo degna di uno sguardo: lei ha ben altre preoccupazioni, loro due hanno ben altre preoccupazioni.
Un mese dopo Nunzia, di nascosto, inizia a scrivere. Un anno e mezzo dopo, dai ringraziamenti letti nel libro di Valentina D’Urbano, Acquanera, viene a sapere del Torneo Letterario Ioscrittore. Il resto è storia di oggi.

Acquista subito l'ebook "La bambina che parlava alla Luna" di Nunzia Volpe
EFFETTUA IL LOGIN:
Partecipa alla discussione
algol
codice utente 23084
Commento #26
8/4/2015
Chiedo scusa dell'intrusione, il post precedente era destinato all'altro blog.
algol
codice utente 23084
Commento #25
7/4/2015
"I promessi sposi" è un romanzo apprezzabile, un esempio in anteprima di come si confeziona un certo tipo di storia. "Cent'anni di solitudine" è un romanzo superlativo. "La montagna incantata", benché sia ben scritto, non mi ha "incantato".
serenella
codice utente 54229
Commento #24
31/3/2015
@sauer: mi spiace ma non so di cosa tu stia parlando, probabilmente questo commento dovevi inserirlo nel blog relativo ai partecipanti all'edizione 2015 di Ioscrittore. Un caro saluto Nunzia
sauer
codice utente 7387
Commento #23
30/3/2015
Torno dopo molte ore e vedo che oggi qui è stata una giornata intensa. Probabilmente non interessa più nemmeno a lei, ma rispondo alla domanda di @Libera: ho pensato che valesse la pena partecipare perché anche se non avevo ancora terminato, alla mia storiella mancavano poche pagine per essere completa e può darsi anche che ci riesca, chi lo sa. Ma non ti preoccupare, tanto scuole di scrittori non ne ho fatto, quelli come me tu te li mangi a colazione, non rappresento minaccia alcuna al tuo talento di professionista. Ti chiedo solo di essere così gentile da lasciarmi fantasticare un paio di mesi, fino a che non arrivino le valutazioni. A quel punto magari mi ritirerò a leccarmi le ferite, e tu mi potrai sventolare il ditino davanti per ricordarmi che me l'avevi detto. @Luis, la canzone dei "Presepi" penso mi abbia tormentato per tutta la notte, infatti ho dormito di merda, ma @Taciturno potrebbe avermi dato gli input perché accadesse.
serenella
codice utente 54229
Commento #22
9/3/2015
LA BAMBINA CHE PARLAVA ALLA LUNA. Presentazione terminata, la mia prima presentazione, orgogliosissima di averla fatto presso l'Associazione Culturale Niguardese, un grazie di cuore, sentito e commosso ad Angelo Longhi, all'Anpi di Niguarda, a tutte le persone intervenute, alla partecipazione di un pubblico unico, sensibile e attento. Ho ricevuto tanto questo pomeriggio, da tutti voi. Grazie!!
Ars
codice utente 8988
Commento #21
4/3/2015
Sì, @serenella, hai ragione, credo che stare insieme a "persone sensibili al tema", sia una bella cosa. E al diavolo i download! Oltretutto gli ex ormai sono rimasti davvero in pochi. Con loro se ne andranno le ultime testimonianze dirette di un passato che, nel bene e nel male, ha dato forma all'Italia moderna. Ancora brava.
serenella
codice utente 54229
Commento #20
4/3/2015
@ars, caro amico hai assolutamente ragione, sono state preparate delle cartoline su cui a parte la copertina del libri e la presentazione vi sono le istruzioni per scaricarlo, poi devo dire che le ANPI mi stanno dando un grande aiuto, realizzando spezzi di documentari su basi musicali ad hoc. Poi se e quanto questo aiuterà i download non lo so, ma visto l'argomento del libro, mi piace l'idea di passare un pomeriggio con persone sensibili al tema, ex combattenti, partigiani e loro familiari.
niki
codice utente 7837
Commento #19
4/3/2015
Grazie ARS. Allora aspetto notizie aggiornate sul tuo blog.
Ars
codice utente 8988
Commento #18
4/3/2015
@serenella #15: inizi col botto! Brava, direi che quello è lo spirito giusto. Una curiosità: come risolvi tecnicamente il "problema" che presenti un ebook invece di un libro fisico? Le presentazioni di ebook sono in effetti ancora eventi rari.
Ars
codice utente 8988
Commento #17
4/3/2015
@niki e @serenella: nel mio blog ho raccontato la storia della mia partecipazione a tutti e 5 i tornei, ma ho omesso proprio la parte della "telefonata", non tanto per qualche vincolo di segretezza, quanto per una sorta di pudore scaramantico. Di certo racconterò anche quella, ma volevo attendere di vedere il mio romanzo in libreria... :)
serenella
codice utente 54229
Commento #16
3/3/2015
@ niki: ma certo, sono curiosa anche io!!
serenella
codice utente 54229
Commento #15
3/3/2015
@ars ... mah i detti.... per ora mi preparo psicologicamente alla prima presentazione: ragazzi chi fosse a Milano domenica 8 marzo mi venga a trovare, sarò in Via Hermada 8 presso la biblioteca dell'Associazione Culturale di Niguarda (su mio profilo FB trovate le indicazioni), la presentazione sarà a cura dell'ANPI di Niguarda. Presto sarò a Marzabotto, con la pro-loco, poi a Verano Brianza, Truccazzano, Bresso, Livorno e Roma. Ma vi tengo aggiornati.
serenella
codice utente 54229
Commento #14
3/3/2015
@dina - Ciao Dina! Che piacere incontrare "virtualmente" uno dei miei giudici! Grazie! Spero in una tua recensione :-)
niki
codice utente 7837
Commento #13
3/3/2015
Ciao a tutti. SERENELLA, posso rubare un po' di spazio nel tuo 'salotto' per chiedere ad ARS di raccontarcela questa famosa telefonata? Chi ha chiamato? Cosa ha detto? E, se puoi rivelarlo, quando lo hai saputo? PARTICOLARI. (chiedo scusa ma son curiosa di natura)
Ars
codice utente 8988
Commento #12
2/3/2015
@serenella #10: crepi! E ricambio di cuore. E ricorda, non mollare mai! Come dice il detto, da ebook nasce cartaceo, ahah! :)
dina
codice utente 42431
Commento #11
2/3/2015
Ciao, Serenella, sei stata uno dei miei voti più alti. In bocca al lupo.
serenella
codice utente 54229
Commento #10
2/3/2015
@ars riesco quasi a percepire la tua emozione! Bellissimo! Un enorme in bocca al lupo
Ars
codice utente 8988
Commento #9
1/3/2015
@serenella #6: sono certo che il tuo messaggio passerà, anche perché sono convinto che ci sia un gran bisogno di storie "importanti", e la tua mi pare lo sia. Quanto a me, ti confesso che ancora non mi capacito che sarò pubblicato (in cartaceo) da un editore, un editore "vero"... Ogni tanto mi guardo dal di fuori, incredulo, e do una riletta al sito dove ho raccolto le "prove" che ho davvero vinto (i comunicati stampa), tanto per rinverdire il ricordo della famosa telefonata, ahah! Cose così, insomma... :)
serenella
codice utente 54229
Commento #8
27/2/2015
Grazie Daniela, spero di avere presto tuoi commenti sul contenuto.
daniela allocca
codice utente 61469
Commento #7
27/2/2015
è davvero bello! buona fortuna per tutto =)
Newsletter
Ricevi aggiornamenti sul torneo e consigli di scrittura da IoScrittore